#CiBatteremoPer

Il Programma PD | La sintesi del Programma PD | 100 cose fatte, 100 cose da fare

Il voto a cui saremo chiamati nelle prossime settimane ha un’importanza cruciale: rappresenta infatti la possibilità di tracciare uno spartiacque fra chi è per l’apertura e l’accoglienza e chi invece vuole continuare ad erigere muri; fra chi vuole un’Europa delle opportunità e dei diritti e chi invece vuole rinchiudersi dentro i confini nazionali fomentando la paura del diverso; fra chi cerca con fatica e impegno la via del riformismo progressista e chi invece cavalca facili e fumosi slogan. In una parola, fra chi guarda con coraggio al futuro, e chi invece rimane prigioniero nel rancore del passato.

Ma è anche il momento in cui si traccia una linea fra chi promette cose mirabolanti senza fare i conti con la realtà, e chi invece la realtà l’ha letta, studiata, analizzata, è andato a toccarla con mano e solo allora prende un impegno: perché sa di poterlo realizzare.

In questi anni di governo abbiamo ottenuto dei risultati importanti, in tanti ambiti diversi: dall’economia al mondo del lavoro, dai diritti civili alla scuola. Certo, siamo consapevoli che tanto rimane ancore da fare: ed è questo che troverete nel programma del Partito Democratico. Proposte concrete, realizzabili in tempi e modi ben precisi, frutto del realismo della ragionevolezza ma anche di una grande ambizione: l’idea che con il lavoro quotidiano, metodico, sistematico, si possano ottenere risultati eccezionali.

Qui potete trovare il programma del Partito Democratico, la nostra “lista degli impegni”: le proposte e i progetti che abbiamo in mente e per cui lotteremo.

Come italiani in Germania, però, naturalmente abbiamo a cuore in modo particolare le esigenze dei nostri connazionali all’estero: ed è quindi fonte di grande soddisfazione, per noi, leggere nel programma del nostro partito tutte le iniziative e le misure a loro dedicate, riconoscimento del valore degli italiani all’estero e della straordinaria risorsa che rappresentano.

È da questa convinzione che nasce #CiBatteremoPer, l’hashtag con cui accompagniamo i temi e le proposte particolarmente rilevanti per noi italiani all’estero e che saranno al centro della nostra attività in campagna elettorale e al governo. Temi e proposte frutto di confronto e riflessione, di studio e di analisi, ma soprattutto di dialogo e discussioni: con chi è emigrato tanti anni fa in cerca di un’opportunità migliore, con chi vuole trasferirsi per studiare in un’università di eccellenza, con chi  parte per necessità e con chi parte per scoprire il mondo fuori della porta di casa. Tante storie, tante realtà diverse, unite però spesso da esigenze comuni: servizi efficienti, rappresentanza trasparente, la possibilità di essere pienamente cittadini e di godere di tutti i propri diritti.

#CiBatteremoPer  la modernizzazione dei servizi consolari e dell’Aire, ad esempio, e per istituire una anagrafe delle associazioni italiane nel mondo, elemento strategico per promuovere il sistema Italia all’estero.

#CiBatteremoPer  il riconoscimento ufficiale dei titoli di studio e per avere un’anagrafe dei ricercatori italiani all’estero, per favorire sempre di più la mobilità professionale e la collocazione lavorativa in Europa.

#CiBatteremoPer  garantire agli italiani che risiedono all’estero una copertura sanitaria “non di emergenza” quando si trovano in Italia, per 60 giorni non continuativi nei primi 3 anni di permanenza all’estero e per 30 giorni non continuativi nei due anni successivi.

#CiBatteremoPer  la diffusione della lingua e della cultura italiane all’estero, un patrimonio inestimabile che intendiamo promuovere con investimenti mirati e interventi specifici.

#CiBatteremoPer  tutto questo: con energia, impegno, entusiasmo.