Il programma del PD Germania

Affinché il PD Germania possa lavorare in modo efficace ed efficiente, ispirandosi a nuovi metodi di fare politica, nel solco della partecipazione estesa e della trasparenza, vogliamo elaborare una nuova procedura organizzativa.

Vogliamo innovare la struttura ed il ruolo del partito in modo che diventi Rete, avvalendosi non solo del contributo di militanti, ma anche di personalità, di giovani e donne e dell’associazionismo.

Vogliamo impegnarci a far nascere nuovi circoli sul territorio.

Vogliamo, altresì valorizzare le competenze dei circoli esistenti in maniera tale che diventino patrimonio comune di tutto il PD Germania.

Per raggiungere tali obiettivi abbiamo bisogno di motivare dando centralita´ all´iscritto, favorendo una sua partecipazione continua alle decisioni anche attraverso l´utilizzo di strumenti quali la mailing list ed il blog.

Tutto ciò stimola la discussione interna ai circoli al fine di sintetizzarne i risultati in proposte a Parlamentari del PD e dell’SPD:

Abbiamo anche bisogno di coordinare, favorendo iniziative tra circoli che generino fecondi momenti di incontro reali e virtuali ( mediante una piattaforma on line accessibile a tutti gli iscritti ), oltre ad una Festa del PD Germania , ritrovo annuale di iscritti, segretari di circoli, direttivo e rappresentanti parlamentari.

Abbiamo, infine, bisogno di vigilare perchè le attività siano trasparenti.

Dal punto di vista politico abbiamo scelto degli spazi di rilevante importanza a cui sappiamo che la comunita´ di Italiani residenti all´Estero e´ sensibile.

Tra questi vorremmo ricordare:

  • il tema della cittadinanza europea;
  • il diritto di voto per le elezioni europee da esercitare su liste europee e non più nazionali e per le elezioni amministrative da esercitare per il rinnovo anche dei Bundeslander e non solo per il Gemeinde;
  • l´assistenza sanitaria europea o un fondo integrativo in grado di coprire spese e prestazioni nei vari paesi senza dover rinunciare all’assistenza nel paese d’origine per i connazionali che lasciano l´Italia in cerca di lavoro in Germania e che non potendo immediatamente inserirsi nel mercato del lavoro rinunciano ad iscriversi all’AIRE per non perdere il diritto all´assistenza sanitaria italiana;
  • il salario minimo garantito, il sistema duale dell’apprendistato, punti di riferimento da cui partire per avviare una discussione in seno al PD Nazionale;
  • no alla chiusura di sedi consolari ed istituti italiani di cultura in Germania bensì il potenziamento di servizi per i connazionali come sportelli informativi-orientativi per i nuovi arrivati.

Francescantonio Garippo
Segretario PD Germania

Se ti interessa il programma del PD Germania nello scorso mandato, lo trovi qui