Il Regolamento

Introduzione

L`Assemblea Nazionale del PD Germania, eletta nel Congresso PD Germania 2015, nella sua prima Assemblea ufficiale ha indicato la necessità di formulare una bozza di Regolamento del Partito Democratico Germania per dotare il partito di uno strumento importante per la sua vita interna e per disciplinare aspetti fondamentali della sua organizzazione come l’attività economica e finanziaria.

Le norme contenute nella presente bozza si propongono di attuare coerentemente quanto previsto nello Statuto Nazionale e nello Statuto della Circoscrizione Estero (PD Mondo) e nel Regolamento finanziario nazionale.

Le norme rispettano l’autonomia del Partito Democratico Germania rispetto agli altri livelli, in coerenza con l’ispirazione federalistica che impronta il partito nazionale.

Per avere una maggiore chiarezza in questo Regolamento per alcuni soggetti – Segretario, Assemblea, Tesoriere – sono riportate le norme statutarie che ne definiscono ruoli e funzioni che quindi non possono essere modificate. Sono stati però inseriti dei commi che ne regolano specificatamente lo svolgimento, il funzionamento interno e questi commi sono derogabili, come tutto il Regolamento con decisione maggioritaria dell’Assemblea Nazionale PD Germania.

Le norme statutarie riguardanti gli iscritti e gli elettori del Partito Democratico regolate specificatamente dallo Statuto Nazionale sono state inserite nel presente Regolamento in una forma ridotta. Per la completezza dei diritti e doveri degli iscritti/elettori si rinvia alle norme dello StatutoNazionale e dello Statuto della Circoscrizione Estero.

REGOLAMENTO NAZIONALE DEL PD GERMANIA

Approvato dall’Assemblea Nazionale PD Germania il 5 febbraio 2017

Articolo 1 (Validità e ambito di applicazione)

Il presente “Regolamento” è approvato dall’Assemblea Nazionale del Partito Democratico Germania con il voto favorevole della maggioranza assoluta dei suoi componenti. Le norme in esso contenute sono in attuazione dello Statuto Nazionale e dello Statuto della Circoscrizione Estero e del Regolamento finanziario nazionale e sono impegnative al pari delle norme statutarie.

Il presente “Regolamento” disciplina la struttura politico-organizzativa, l’attività economica, finanziaria e patrimoniale del Partito Democratico Germania salvaguardandone l’autonomia economica, patrimoniale, amministrativa e gestionale in attuazione dei relativi articoli dello Statuto Nazionale e dello Statuto della Circoscrizione Estero.

Articolo 2 (Principali soggetti del Partito e loro diritti e doveri)

1. Il Partito Democratico Germania è aperto a gradi diversificati e a molteplici forme di partecipazione. Lo Statuto identifica due soggetti principali della democrazia interna: gli “iscritti” e gli “elettori”, con diversi diritti e doveri.

2. Per “iscritti/iscritte” si intendono le persone che, cittadine e cittadini italiani nonché cittadine e cittadini di altri Paesi si iscrivono al Partito sottoscrivendo il Manifesto dei valori, lo Statuto del Partito Democratico, lo Statuto della Circoscrizione estero e il Codice etico.

3. Per “elettori/elettrici” si intendono le persone che, cittadine e cittadini italiani nonché cittadine e cittadini di altri Paesi iscritti e non iscritti al Partito Democratico dichiarano di riconoscersi nella proposta politica del Partito Democratico, di sostenerlo alle elezioni, e di accettare di essere registrati nell’Albo degli elettori delPD.

4. Per tutto ciò che concerne i diritti e i doveri degli iscritti e degli elettori si fa riferimento a quanto stabilito dallo Statuto Nazionale.

5. L’iscrizione al Partito, così come la registrazione nell’Albo degli elettori, può avvenire anche per via telematica, è individuale ed è possibile a partire dal compimento del sedicesimo anno di età. Copia dell’elenco delle iscrizioni al Partito e delle registrazioni all’Albo degli elettori e delle elettrici di ogni singolo cittadino deve essere obbligatoriamente trasmessa al responsabile nazionale dell’organizzazione del PD Germania che ne da comunicazione al Coordinamento della Circoscrizione estero del Partito Democratico. Saranno esclusivamente l’anagrafe degli iscritti e l’Albo inviati al Coordinamento nazionale del PD della Circoscrizione estero a far fede in caso di controversie locali.

6. Sono escluse dalla registrazione nell’Anagrafe degli iscritti e nell’Albo degli elettori del PD le persone appartenenti ad altri movimenti politici o iscritte ad altri partiti politici italiani. Sono ammesse le iscrizioni ai partiti democratici locali con i quali il PD Germania ha alleanze sul territorio.

Articolo 3 (Segretario del PD Germania)

1. Il Segretario nazionale rappresenta il Partito, ne esprime l’indirizzo politico sulla base della piattaforma programmatica approvata al momento della sua elezione.

2. Se il Segretario cessa dalla carica prima del termine del suo mandato, l’Assemblea può eleggere un nuovo Segretario per la parte restante del mandato ovvero determinare lo scioglimento anticipato dell’Assemblea stessa. Se il Segretario si dimette per un dissenso motivato verso deliberazioni approvate dall’Assemblea, l’Assemblea può eleggere un nuovo Segretario per la parte restante del mandato con la maggioranza dei due terzi dei componenti. A questo fine, il Presidente convoca l’Assemblea per una data non successiva ai trenta giorni dalla presentazione delle dimissioni.

Nel caso in cui nessuna candidatura ottiene l’approvazione della predetta maggioranza, si procede a nuove elezioni per il Segretario e per l’Assemblea.

3. I mandati di Segretario nazionale (del PD Germania) e di Segretario locale durano quattro anni e sono rinnovabili per una sola volta consecutiva.

4. L’elezione del Segretario nazionale e di Circolo e delle relative assemblee e direttivi avviene con il voto personale, diretto e segreto dei soli iscritti al PD, secondo le modalità previste dallo Statuto nazionale del Partito Democratico.

Articolo 4 (Assemblea Nazionale)

1. L’Assemblea Nazionale è composta da tutti i delegati eletti alle primarie con le

modalità indicate dallo Statuto della Circoscrizione Estero e dall’apposito Regolamento elettorale.

2. L’Assemblea Nazionale esprime indirizzi sulla politica del partito attraverso il voto di mozioni, ordini del giorno, risoluzioni, sia attraverso riunioni plenarie, sia – in casi di necessità e urgenza – attraverso deliberazioni effettuate per via telematica sulla base di quesiti individuati dagli organi dirigenti nazionali (Segretario – Presidente) e/o dalla Segreteria nazionale.

3. L’Assemblea Nazionale elegge – su proposta del Segretario – a scrutinio segreto il proprio Presidente. Nel caso in cui nessun candidato consegue nella prima votazione la metà più uno dei voti dei delegati presenti, si procede immediatamente a una seconda votazione, sempre a scrutinio segreto, di ballottaggio tra i due candidati più votati.

Il Presidente resta in carica per la durata del mandato dell’Assemblea.

4. L’Assemblea Nazionale elegge – su proposta del Segretario – a scrutinio segreto ilTesoriere. Nel caso in cui nessun candidato consegue nella prima votazione la metà più uno dei voti dei delegati presenti, si procede immediatamente a una seconda votazione, sempre a scrutinio segreto, di ballottaggio tra i due candidati più votati.

Il Tesoriere resta in carica per la durata del mandato dell’Assemblea.

5. L’Assemblea Nazionale elegge il Collegio dei revisori dei conti, composto da tre membri e ne indica il Presidente.

6. L’Assemblea Nazionale del PD Germania stabilisce una quota minima d’iscrizione al Partito, ovvero 10 euro.

7. L’Assemblea Nazionale approva il Regolamento Nazionale del PD Germania con il voto favorevole di due terzi dei suoi componenti presenti, fatto salvo il numero legale.

8. L’Assemblea è convocata ordinariamente dal suo Presidente almeno una volta l’anno. In via straordinaria deve essere convocata dal suo Presidente se lo richiedano almeno un terzo dei suoi componenti.

La convocazione dell’Assemblea Nazionale deve avvenire per iscritto – usando anche le vie telematiche quando questo sia possibile – almeno venti giorni prima ed indicare il luogo, l’ora e l’ordine del giorno dell’assemblea.

Di ogni riunione dell’Assemblea Nazionale è redatto un verbale in cui sono riportate le deliberazioni adottate.

9. L’Assemblea Nazionale è valida se è presente almeno 1/3 (un terzo) dei delegati aventi diritto di voto.

All’Assemblea Nazionale partecipano con solo diritto di parola:

a) i componenti della Segreteria nazionale se non già presenti a titolo elettivo.

b) i parlamentari eletti nella Circoscrizione Europa residenti in Germania. I Segretari dei Circoli PD Germania, non presenti a titolo elettivo, possono partecipare all’Assemblea Nazionale. Il Presidente invierà ogni volta ai segretari dei Circoli la comunicazione della convocazione dell’Assemblea.

10. L’Assemblea Nazionale vota le sue decisioni a maggioranza dei delegati aventi diritto di voto presenti all’assemblea. Sono esclusi i casi dove è prevista la maggioranza assoluta dei componenti votanti dell’Assemblea.

11. L’Assemblea nazionale può, su mozione motivata, approvata con il voto favorevole della maggioranza assoluta dei suoi componenti, sfiduciare il Segretario. Se l’Assemblea sfiducia il Segretario, si procede a nuove elezioni per l’Assemblea e il Segretario.

Articolo 5 (Durata del mandato di componente dell’Assemblea nazionale)

1. Il mandato di componente della Assemblea Nazionale dura quattro anni.

2. Il Presidente dell’Assemblea Nazionale indice l’elezione dell’Assemblea e del Segretario nazionali sei mesi prima della scadenza del mandato del Segretario in carica. Quando ricorrano i casi di scioglimento anticipato dell’Assemblea previsti dall’articolo 3 comma 2, e dall’articolo 4, comma 11, il Presidente dell’Assemblea nazionale indice l’elezione entro i quattro mesi successivi.

3. I componenti eletti dell’Assemblea Nazionale che non partecipano, senza giustificati motivi, a tre sedute consecutive dell’Assemblea, possono decadere dalla carica su delibera dell’Assemblea Nazionale.

Articolo 6 (Vicesegretari)

1. Il Segretario Nazionale può, all’atto della proclamazione – o in tempi successivi –proporre all’Assemblea nazionale la nomina di uno o più Vicesegretari.

2. I Vicesegretari svolgono funzioni delegate dal Segretario.

Articolo 7 (Segreteria Nazionale)

1. La Segreteria nazionale è l’organo collegiale che collabora con il Segretario ed ha funzioni esecutive.

2. La Segreteria nazionale è composta da non più di quindici membri, nominati dal Segretario, che ne dà comunicazione della nomina all’Assemblea nazionale. Il Segretario può revocare la nomina dei componenti della Segreteria. Tale revoca deve essere comunicata e motivata in una riunione della Assemblea nazionale.

3. La Segreteria è convocata dal Segretario, che è tenuto a rendere pubbliche le decisioni assunte.

4. Ulteriori nomine relative ad altre funzioni esecutive esterne alla Segreteria debbono essere preventivamente approvate dall’Assemblea nazionale.

Articolo 8 (Il Tesoriere nazionale)

1. Il Tesoriere viene eletto dall’Assemblea con il voto favorevole della maggioranza assoluta dei suoi componenti su proposta del Segretario.

2. Il tesoriere dura in carica quattro anni e può essere rieletto soltanto per due mandati consecutivi.

3. Nell’ipotesi in cui, per qualsiasi causa, egli cessi dalla carica prima del termine, il Segretario propone all’Assemblea un nuovo Tesoriere che, eletto con il voto favorevole della maggioranza assoluta, rimane in carica fino alla fine del mandato del Tesoriere che ha cessato la carica.

4. Il Tesoriere nazionale cura l’organizzazione amministrativa, patrimoniale e contabile del partito.

5. Il Tesoriere è preposto allo svolgimento di tutte le attività di rilevanza economica, patrimoniale e finanziaria e svolge tale funzione nel rispetto del principio di economicità della gestione, assicurandone l’equilibrio finanziario.

Articolo 9 (Collegio dei revisori dei conti)

1. Il Collegio dei revisori dei conti è composto da 3 membri nominati dall’Assemblea nazionale che ne indica anche il Presidente

2. Il Collegio dei revisori accerta la regolare tenuta della contabilità; esprime parere preventivo di congruità e corrispondenza alle reali disponibilità economico-finanziarie dei bilanci preventivi; verifica le risultanze e la correttezza dei rendiconti consuntivi.

3. Il Collegio dei revisori presenta la propria relazione annuale in sede di Assemblea generale dei delegati.

4. I componenti del Collegio dei revisori restano in carica quattro anni e possono essere rinominati solo per un altro mandato.

5. Il Collegio dei revisori svolge gratuitamente i compiti di verifica della regolarità della gestione amministrativa.

6. I componenti del Collegio dei revisori hanno diritto al rimborso delle spese di viaggio per quei viaggi inerenti all’esercizio delle loro funzioni

Articolo 10 (Finanziamento del Partito)

1. Il Partito Democratico Germania è autonomo per organizzazione, patrimonio e risorse finanziarie.

2. Gli iscritti al Partito Democratico in Germania finanziano le attività politiche del Partito con una quota di iscrizione annuale.

3. ll finanziamento del partito è costituito:

– dalle risorse eventualmente messe a disposizione dal Partito Nazionale;

– dal ricavato di manifestazioni organizzate a scopo di autofinanziamento;

– dalle offerte, donazioni e contributi di persone ed enti privati;

– dai contributi volontari dei parlamentari della circoscrizione Europa iscritti al PD.

Al fine di ottenere la massima trasparenza, ogni offerta al Partito superiore ai cinquecento Euro può essere resa pubblica su apposita sezione del sito web del PD Germania.

###parte ancora da riguardare####

Articolo 11 (Principio dell’autofinanziamento)

1. Ogni articolazione territoriale del Partito deve sostenere le proprie attività tramite iniziative dirette a valorizzare e ad incentivare l’autofinanziamento, quale metodo primario ed essenziale di provvista delle risorse, per le proprie esigenze di funzionamento e per contribuire al finanziamento della attività generale del partito.

Il PD Germania può, in accordo con i Circoli, promuovere sottoscrizioni finalizzate al finanziamento di specifici progetti.

Articolo 12 (Gestione finanziaria)

1. La gestione finanziaria del PD ha inizio il 1 gennaio e termina il 31 dicembre di ogni anno solare.

Dovranno essere redatti, secondo le modalità previste dallo Statuto nazionale del partito un bilancio preventivo e un bilancio consuntivo, il cui requisito dovrà essere l’equilibrio finanziario.

2. Annualmente il Tesoriere provvede alla redazione del bilancio consuntivo, composto dallo stato patrimoniale e dal conto economico corredato da un’apposita relazione illustrativa e dalla relazione del collegio dei revisori. Il bilancio deve essere approvato dall’Assemblea entro la prima Assemblea dell’anno seguente e non oltre la data del 30 Aprile.

3. Il Tesoriere è tenuto a presentare il bilancio preventivo controfirmato dalla Segreteria entro il 28 di febbraio, e comunque non oltre 20 giorni prima della prima Assemblea.

4. I circoli sono tenuti a presentare al Tesoriere il bilancio e i documenti giustificativi delle spese sostenute per quelle manifestazioni/iniziative che hanno ricevuto contributi finanziari dal PD Germania.

Articolo 13 (Regolamento gestione finanziaria)

1. La gestione finanziaria del PD Germania è disciplinata da un regolamento apposito approvato dall’Assemblea nazionale a maggioranza semplice dei presenti, fatto salvo il numero legale.

Articolo 14 (Disciplina)

1. L’iscritta /o o elettore/ice che contravvenga alle regole dello Statuto, del Codice Etico e ai doveri che da esso discendono, può essere sottoposto a provvedimentodisciplinare.

Il provvedimento disciplinare è adottato dalla Commissione di Garanzia sulla base dei principi fissati dallo Statuto nazionale del Partito e dal Codice Etico.

Articolo 15 (Conclusione)

1. Per tutto quanto non previsto dal presente regolamento, si rimanda allo Statuto nazionale, allo Statuto della Circoscrizione estero e al Codice Etico.

Il precedente regolamento valido fino al 2015 lo puoi trovare qui:
https://pdgermania.wordpress.com/le-idee/regolamento-2011:2015https://pdgermania.wordpress.com/le-idee/regolamento-2011:2015